Alessano

alessano-centro-storico-origAlessano è un piccolo paesino del basso Salento, di circa 6550 anime, che sorge ai piedi della Serra dei Cianci, vanta il primati di essere una tra le formazioni collinari più alte delle Serre Salentine. Il territorio di Alessano annovera al suo interno anche la frazione di Montesardo, definita  piazzaforte naturale essendo una delle località più alte del Salento.La tradizione recita che la  città sarebbe stata fondata dall'imperatore bizantino Alessio I Comneno, ma nessuna fonte scritta avvalora quanto detto. I Normanni vollero assegnare alla città un ruolo principale su tutto il Capo di Leuca, tanto che la resero sede del vescovo di Leuca dal X secolo al 1818, e centro di una Contea (XI-XV sec.).Alcune famiglie nobiliari molto importanti, come ad esempio i Gonzaga, resero Alessano la "Signoria" più importante del Salento meridionale diventando attrazione commerciale per famiglie di commercianti veneti ed ebrei.

Chiesa Madre Alessano1Gli antichi pregevoli palazzi in stile rinascimentale che ancora oggi possono essere ammirati girando tra le vie del paesino, testimoniano la ricchezza culturale ed artistica che la città ha acquisito nel periodo di vivacità economica attraversato. Infatti in Piazza Castello si possono ammirare due palazzi del '400-'500: palazzo Sangiovanni, inconfondibile con il suo prospetto a punta di diamante, e il palazzo Ducale. Degno di nota è anche la visita della chiesa del SS. Salvatore, che fu edificata nel sec. XVIII sui resti dell'antica chiesa di S.Antonio e dell'imponente costruzione barocca della Colleggiata.Altri monumenti che meritano di essere visitati sono il Palazzo Gonzaga e il Palazzo Legari.

Tra i suoi figli più illustri Alessano annovera quella di Don Tonino Bello, voce profetica della chiesa di fine millenio. La tomba dove Don Tonino riposa si trova nel cimitero di Alessano ed é meta incessante di pellegrinaggio, proprio a testimonianza di quanto le sue azioni e le sue parole siano ormai profondamente radicate nell'immaginario collettivo.

Cerca Struttura